dispiacere

Ascoltare:
 [dispjaˈtʃere]


Forme flesse di 'dispiacere' (nm): pl: dispiaceri

WordReference.com - Dizionario della Lingua Italiana © 2012 Le Monnier:
dispiacere1 ‹di·spia·cé·re› s.m.
    ~ Amaro e doloroso senso di sconforto in conseguenza di contrarietà o delusioni
    Pena, problema: quel figlio gli ha dato tanti d.

dispiacere2 ‹di·spia·cé·re› v.intr. (coniugato come piacere; aus. essere)
  1. Non piacere, riuscire sgradevole, molesto: suoni che dispiacciono all’orecchio con la negazione, esprime un giudizio positivo attenuato: il film non mi è dipiaciuto.
  2. Essere motivo di rammarico, di rincrescimento: mi dispiace che tu debba partire con uso impers.: dispiace vedere simili scene
    Recare fastidio, disturbare (in formule di cortesia): ti dispiacerebbe porgermi il sale?
  3. dispiacersi v.intr. pron. ~ Provare rincrescimento; dolersi, rammaricarsi: mi dispiaccio per i danni che ho provocato
    Aversela a male, provare risentimento, offendersi: si è molto dispiaciuto di come lo hanno trattato.

'dispiacere' si trova anche in questi elementi:

Discussioni del forum nel cui titolo è presente la parola 'dispiacere':

In altre lingue: Spagnolo | Francese | Portoghese | Tedesco | Olandese | Svedese | Polacco | Rumeno | Ceco | Greco | Turco | Cinese | Giapponese | Coreano | Arabo | Inglese

Pubblicità
Pubblicità

Segnala una pubblicità inappropriata.