consolato

Ascoltare:
 [konsoˈlato]


Forme flesse di 'consolato' (nm): pl: consolati
Dal verbo consolare: (⇒ coniugare)
consolato è:
participio passato

WordReference.com - Dizionario della Lingua Italiana © 2012 Le Monnier:
consolato ‹con·so·là·to› s.m.
  1. (STOR). Ufficio e dignità di console presso gli antichi Romani; l’anno in cui un determinato console stava in carica: durante il c. di Cicerone
    Ufficio di console nelle repubbliche medievali.
  2. (AMM). Funzione e residenza del console di una nazione straniera.

WordReference.com - Dizionario della Lingua Italiana © 2012 Le Monnier:
consolare1 ‹con·so·là·re› agg. e s.m.
  1. (AMM). Relativo ai compiti e all’attività del console: visto c.
  2. (STOR). Pertinente al console, supremo magistrato nella Roma antica, e all’esercizio delle sue funzioni: dignità c.

consolare2 ‹con·so·là·re› v.tr. (consólo, ecc.)
  1. Rincuorare, confortare, rassicurare: c. un amico della (o per la) perdita della madre.
  2. estens. Rallegrare, allietare: questa notizia ci consola.
  3. Alleviare, lenire, attenuare: c. il pianto di un amico con parole gentili.
  4. consolarsi v.intr. pron.
  5. Trovare conforto, provare sollievo: c. di una delusione con i successi lavorativi
    Rassegnarsi: non si è mai consolata della perdita del figlio.
  6. estens. Provare e mostrare piacere: mi consolo pensando che ti vedrò presto.

'consolato' si trova anche in questi elementi:

Discussioni del forum nel cui titolo è presente la parola 'consolato':

In altre lingue: Spagnolo | Francese | Portoghese | Tedesco | Olandese | Svedese | Polacco | Rumeno | Ceco | Greco | Turco | Cinese | Giapponese | Coreano | Arabo | Inglese

Pubblicità
Pubblicità

Segnala una pubblicità inappropriata.